Lunedì, 27 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio Ronaldo, un messaggio che sa di addio: "Ho lasciato il segno anche in Italia, grazie a tutti"
JUVENTUS

Ronaldo, un messaggio che sa di addio: "Ho lasciato il segno anche in Italia, grazie a tutti"

«Con questi risultati, ho raggiunto un obiettivo che mi ero prefissato dal primo giorno in cui sono arrivato in Italia: vincere il Campionato, la Coppa e la Supercoppa, e anche essere Miglior Giocatore e Capocannoniere in questo grande paese calcistico pieno di giocatori formidabili, club giganteschi e una vera cultura calcistica». È un lungo post quello che Cristiano Ronaldo affida al suo profilo Instagram. Un post in cui il fuoriclasse della Juventus fa un suo bilancio della stagione appena conclusa e che i tifosi della Vecchia Signora hanno già cominciato a leggere in controluce in vista della prossima.

«La vita e la carriera di qualsiasi top player sono fatte di alti e bassi», scrive nell’incipit CR7. «Anno dopo anno, affrontiamo squadre fantastiche, con giocatori straordinari e obiettivi ambiziosi, quindi dobbiamo sempre dare il massimo per mantenerci a livelli di eccellenza. Quest’anno non siamo riusciti a vincere la Serie A, complimenti all’Inter per il titolo meritato. Devo però riconoscere il valore di tutto quello che abbiamo ottenuto in questa stagione alla Juventus, sia a livello collettivo che individuale. La Supercoppa Italiana, la Coppa Italia e il trofeo di capocannoniere della Serie A mi riempiono di felicità, soprattutto per la difficoltà che portano con sé, in un paese dove nulla è facile da vincere».

Continua il post di Ronaldo: «Ho già detto che io non inseguo i record, i record inseguono me. Per coloro che non capiscono cosa intendo con questo, è molto semplice: il calcio è un gioco collettivo, ma è attraverso il superamento individuale che aiutiamo le nostre squadre a raggiungere i loro obiettivi. E’ cercando sempre di più sul campo, lavorando sempre di più fuori dal campo, che i record alla fine emergono e i titoli collettivi diventano inevitabili, essendo alcuni la naturale conseguenza degli altri».

Poi l’elenco dei suoi veri record personali: «Quindi, sono molto orgoglioso di questo fatto che è stato ampiamente replicato negli ultimi giorni: Campione in Inghilterra, Spagna e Italia; vincitore della Coppa in Inghilterra, Spagna e Italia; vincitore della Supercoppa in Inghilterra, Spagna e Italia; Miglior giocatore in Inghilterra, Spagna e Italia; Miglior marcatore in Inghilterra, Spagna e Italia; Oltre 100 gol per un club in Inghilterra, Spagna e Italia».

La conclusione: «Niente è paragonabile alla sensazione di sapere che ho lasciato il segno nei paesi in cui ho giocato e che ho dato gioia ai tifosi dei club che ho rappresentato. Questo è ciò per cui lavoro, questo è ciò che mi muove e questo è ciò che continuerò sempre a inseguire fino all’ultimo giorno. Grazie a tutti coloro che hanno partecipato a questo viaggio! Restiamo uniti!»

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X