Mercoledì, 05 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio Muore il 19enne Andrea Rinaldi colpito tre giorni fa da un aneurisma
GIOCAVA NEL LEGNANO

Muore il 19enne Andrea Rinaldi colpito tre giorni fa da un aneurisma

Il giovane centrocampista del Legnano (squadra di serie D) Andrea Rinaldi è morto a seguito di un aneurisma. Il giovanissimo calciatore classe 2000, scuola Atalanta, si era sentito male in casa venerdì sera mentre si stava allenando individualmente.

"Una tragedia improvvisa e sconvolgente, impossibile anche solo da immaginare" ha scritto la società del Legnano sul proprio sito. "Andrea ha lottato per tre giorni dopo il malore che lo ha colpito. Purtroppo non c'è stato nulla da fare". Cordoglio espresso anche dal suo procuratore Marco Montesarchio.

"E' una notizia che non vorresti mai dover dare o ricevere anche per chi, come me, ti conosceva solo da un anno. Fu tuo padre ad organizzare l’incontro, ma bastò poco ad entrambi per capire subito che condividavamo gli stessi principi per poter iniziare a lavorare insieme. Sono stato davvero fortunato ad averti conosciuto e sono contento che le nostre strade si siano incrociate anche se per così poco tempo.." ha scritto su facebook.

"La tua vita è stata breve ma vissuta intensamente. E’ stato un onore averti avuto tra i miei assistiti e mi piacerà ricordarti, così, con quel motto che ti rappresentava tanto e che avevi scritto anche sulla tua pagina facebook: "Se non lotti per ciò che desideri, non piangere per ciò che perdi".

"Il Presidente Antonio Percassi e tutta la famiglia Atalanta, profondamente colpiti, partecipano commossi al dolore dei familiari e dell’A.C. Legnano per la scomparsa di Andrea Rinaldi": è quanto si legge nella nota di cordoglio dell’Atalanta per la scomparsa del diciannovenne, cresciuto nelle giovanili nerazzurre. "Quel tuo sorriso gentile resterà sempre vivo nel cuore di chi ha avuto la fortuna di conoscerti".

"Sono profondamente rattristato per la morte di Andrea - ha dichiarato il presidente della Lnd, Cosimo Sibilia -, è doloroso anche solo pensare che un giovane di 19 anni possa essere stato strappato in questo modo alla vita e ai suoi sogni di atleta. A nome mio, del Dipartimento Interregionale e di tutta la Lega Nazionale Dilettanti, desidero esprimere le più sincere condoglianze alla famiglia del ragazzo e alla comunità sportiva del Legnano".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X