Sabato, 31 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Antiterrorismo, Renzi: "Più fondi sulla sicurezza in Italia? Siamo pronti a discuterne"
AL G20

Antiterrorismo, Renzi: "Più fondi sulla sicurezza in Italia? Siamo pronti a discuterne"

G20, Isis, sicurezza, terrorismo, Matteo Renzi, Sicilia, Archivio
Il presidente del consiglio Matteo Renzi

ANTALYA.  «La legge di stabilità entra in parlamento con più soldi rispetto al passato. Se poi il parlamento vuole aumentare i fondi siamo ben disposti a discuterne». Così il premier Matteo Renzi risponde, a margine del G20, ad una domanda sulla possibilità di incrementare le risorse per la sicurezza. «La nostra posizione è sempre la stessa: di fronte a un problema complesso che dura da anni non possiamo immaginare di risolvere tutto con eventi che durano un  tempo limitato, occorre una grande strategia politica». Lo ha detto il premier Matteo Renzi, rispondendo a margine del G20 ad Antalya ad una domanda sui bombardamenti francesi a Raqqa. «Un problema così grande - ha aggiunto - nessuno può risolverlo con la bacchetta magica, ma siamo nella direzione giusta».

«Da tempo diciamo che serve una strategia e non solo una reazione di fronte al terrorismo, un dramma che non riguarda solo un Paese» ma molti, «fino alla superemergenza Siria e Iraq», ha aggiunto Rensi conversando con i giornalisti a margine del G20, dopo il bilaterale con il presidente russo.

«Una prima ipotesi prevede altri 120 milioni di euro per l'antiterrorismo da assegnare all'Intelligence e alla Polizia, oltre ai 70 già in conto». Lo scrive il sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta sul suo sito facendo il punto sui lavori in corso in Senato sulla legge di Stabilità.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X