Venerdì, 22 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Rimborso pensioni, c'è un nuovo buco nei conti della Regione: servono 22 milioni
I NODI DELLA POLITICA

Rimborso pensioni, c'è un nuovo buco nei conti della Regione: servono 22 milioni

di
Secondo i calcoli del Fondo almeno 12 mila ex dipendenti hanno diritto all’assegno. «Non sarà in un’unica soluzione»

PALERMO. C’è un nuovo buco nei conti della Regione. La sentenza della Consulta che ha reintrodotto l’indicizzazione delle pensioni costerà alla Regione almeno una ventina di milioni. Anche se, in base alle modalità di rimborso che Renzi sta per decidere a Roma, il primo assegno che Palazzo d’Orleans dovrà staccare potrebbe non superare i sei milioni.

Al Fondo pensioni regionali da giorni stanno facendo i calcoli sugli effetti della sentenza con cui la Corte Costituzionale ha ritenuto illegittima la legge Monti del 2011, che ha impedito la rivalutazione delle pensioni negli anni 2012 e 2013. In Sicilia questa sentenza si applica ai pensionati statali e a quelli regionali ma nel secondo caso paga la Regione.

Secondo i calcoli degli uffici del Fondo pensioni, diretto da Rosolino Greco, almeno 12 mila dei sedicimila pensionati della Regione hanno diritto al rimborso

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X