Martedì, 10 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
SCIOPERO GENERALE

Finanziaria, protesta contro i tagli
I regionali in piazza a Palermo e Catania

PALERMO. I regionali scendono in piazza per difendere contratti e pensioni. Sciopero generale con manifestazioni e sit a Palermo e Catania. Sigle unite dopo il fallimento della trattativa all’Aran: la protesta è «firmata» da Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, Cobas-Codir, Sadirs, Ugl, Siad e Dirsi. DIRSI. «I regionali – dicono in un documento confederali e autonomi - sono diventati un utile strumento per nascondere l’inadeguatezza del governo e della politica. Si toccano diritti maturati condizionando l’opinione pubblica con menzogne quotidiane. La stragrande maggioranza dei dipendenti regionali ha stipendi che vanno da mille a mille e cinquecento euro, altro che privilegi».

A Palermo i lavoratori si sono radunati per un sit in in piazza del Parlamento. A Catania, invece, i dipendenti della Sicilia orientale si sono incontrati davanti alla Prefettura per muoversi in corteo fino al Palazzo della Regione. Ste.Gi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X