Martedì, 20 Agosto 2019

Scuola, si comincia: primo giorno in classe per gli studenti nisseni

CALTANISSETTA. Il conto alla rovescia è finito. Oggi inizia il nuovo anno scolastico 2013-2014, una maratona che accompagnerà studenti, famiglie e docenti fino al prossimo giugno.


A caratterizzarlo, come sempre, il taglio di classi e di cattedre, ma soprattutto il lieve calo di iscritti nelle scuole di ogni ordine e grado. Un decremento marcato nella scuola dell'infanzia (un tempo si chiamava materna) e meno consistente in elementari medie e superiori dove pure la popolazione ha subito flessioni. Il dato provinciale indica un esercito di quasi quarantaseimila studenti pronto a rimettersi in marcia anche in qualche scuola la prima campanella è suonata con netto anticipo e in molti classi è andato in scena il cosiddetto rito dell'accoglienza per i primi iscritti. Sarà un reingresso segnato ancora una volta dalle temperature che si prevedono nuovamente in ascesa e in classe ci sarà da soffrire per il caldo.


A prescindere dagli aspetti climatici la scuola nissena fa drammaticamente i conti con il marcato calo delle nascite, fenomeno destinato a provocare fra qualche anno la scomparsa (o l'accorpamento) di plessi di scuola elementare in alcuni centri della fascia nord della provincia, sicuramente i più colpiti dalla denatalità. Culle vuote e spopolamento progressivo di plessi dunque e i più penalizzati, relativamente al capoluogo, sono sicuramente quelli del centro storico dove il calo di iscritti è risultato ancora una volta più accentuato rispetto ad altri istituti della zona nord.


Le vere "rivoluzioni" nella suola nissena si sono verificate in primavera in sede regionale con il ridimensionamento o l'accorpamento di vari istituti che hanno determinato la soppressione di dirigenze. Ci sono poi i casi limite e già si annunciano agitazioni all'Istituto "Carafà" di Mazzarino dove ci sono classi-pollaio con ben 45 studenti. Notizie confortanti, relativamente al capoluogo, arrivano invece per il servizio di refezione scolastica che inizierà l'1 ottobre e per quello di assistenza ai ragazzi portatori di handicap attuativo sin dal primo giorno di scuola. Oggi, però, per gli automobilisti nisseni sarà un giorno di passione.


Sorvegliata speciale resta, come sempre, via Leone Tredicesimo dove insistono grandi uffici pubblici, quattro istituti scolastici e una caserma. Traffico intenso si prevede alle rotatorie di vile Candura, via Turati e in quelle prossime agli ingressi della città. Sono i punti nevralgici del traffico. Il comando di polizia municipale dispiegherà sul territorio tutti gli uomini disponibili nelle ore di punta (8 e 13) per un rodaggio che sarà come gli anni precedenti sicuramente difficile. S.G.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X