Martedì, 16 Luglio 2019

Muos, protesta delle mamme: bloccano gli operai sdraiandosi a terra

La polizia precisa di non aver compiuto atti di forza nei confronti delle donne. L’accesso alla base è stato consentito solo ai soldati americani
Sicilia, Archivio

NISCEMI. Recitavano il Rosario, tenendo le coroncine in mano, pregavano e piangevano le mamme No Muos per fermare l’ennesimo convoglio di soldati ed operai diretto alla base militare statunitense di Contrada Ulmo. Al passaggio di un convoglio composto da operai e militari statunitensi, le donne, disperate, si sono sdraiate a terra per impedire il transito di due automezzi, diretto alla base militare statunitense di contrada Ulmo. La polizia agli atti di forza ha preferito il dialogo. Al termine della protesta le donne sono riuscite a bloccare gli operai e garantito invece il cambio della  guardia dei soldati statunitensi.
Intanto è fissata per il 10 maggio, davanti al Tar di Palermo, l'udienza per discutere sulla richiesta di risarcimento danni, avanzata dal Ministero della Difesa, alla Regione Siciliana.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X