Giovedì, 27 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Saltano i tagli ai consiglieri, marcia indietro a Caltanissetta

Saltano i tagli ai consiglieri, marcia indietro a Caltanissetta

Dopo la bocciatura dell’assemblea municipale 16 consiglieri comunali: si diminuiscano i gettoni di presenza del 20 per cento
Sicilia, Archivio

CALTANISSETTA. Sulla riduzione dei costi della politica, tramite la riduzione dei gettoni di presenza nelle sedute di consiglio e nelle commissioni, la cui proposta di delibera è stata bocciata dal consiglio nell’ultima seduta, adesso si corre ai ripari. Ieri 16 consiglieri comunali (13 dei quali non avevano votato la delibera perchè proposta dal Pd senza essere stati consultati) su 30 (Averna, Turco, Tricoli, Favata, Adornetto, Fiaccabrino, Territo, Rinaldi, Middione, Ricotta, Campisi, Rizza, Bruzzaniti, Lovetere, Aiello e Falzone), hanno presentato una nuova proposta di delibera che prevede la riduzione del gettone di presenza dei consiglieri del 20%. Secondo la stessa proposta il valore dei gettoni di presenza riferiti alle sedute del consiglio e delle commissioni che non saranno celebrate per mancanza di numero legale, sarà di un euro. Nel testo si fa riferimento alla difficoltà economica del Comune a causa dei minori trasferimenti e come tale riduzione abbia colpito i servizi e le forme di assistenza alle categorie dei cittadini più deboli e bisognose. «Considerato - si legge nel testo della proposta - che la crisi economica del nostro paese ha colpito, dal punto di vista occupazionale, non soltanto chi già aveva un lavoro, ma soprattutto i giovani, che ancor meno hanno la speranza di trovare un'occupazione e programmare un futuro, la volontà della maggioranza dei consiglieri comunali è quella di addivenire ad una proposta di delibera, largamente condivisa, fuori da ogni schema di populismo, demagogico e partitico». L'economia di spesa derivante dalla riduzione dei costi sarà destinata a finalità sociali tramite la creazione di un capitolo da individuare con il prossimo bilancio di previsione 2013. Secondo i grillini sarebbe invece più opportuno, oltre alla riduzione del valore dei gettoni, eliminare le consulenze, limitare il numero delle riunioni delle commissioni eliminando anche le trasferte non necessarie di alcuni consiglieri. S.M.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X