Domenica, 25 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Costi della politica, si torna in aula a parlare di «tagli»

Costi della politica, si torna in aula a parlare di «tagli»

CALTANISSETTA. Domani si torna in consiglio per proseguire l’ordine del giorno dei lavori che prevede, tra gli altri argomenti, anche le proposte di delibere dei i tagli dei costi della politica. Nell’ultima seduta l’assise cittadina dopo un preliminare dibattito ha approvato due proposte di delibere inserite nell’agenda dei lavori. La prima sulla «istituzionalizzazione della carta del rischio degli immobili di proprietà dei privati in pessimo stato localizzati in centro storico» e la seconda sulla «esame ed approvazione del piano di prevenzione anticorruzione» Proposte che il consiglio ha approvato a maggioranza dei presenti. La carta del rischio illustra lo stato di decadenza di alcuni quartieri del centro storico e soprattutto della Provvidenza dove sono stati effettuati dei rilievi tecnici con l’ausilio di un «drone» che ha fotografato dall’alto le condizioni fatiscenti e di pericolo di alcuni edifici.Un importante strumento di cui si è dotato l’amministrazione che è preliminare anche alla recupero del centro cittadino. Oggi il consiglio dovrebbe mettere mano ai tagli dei costi della politica. L’intesa in questo senso sarebbe stata praticamente raggiunta, nel senso che buona parte dei consiglieri di maggioranza e di opposizione hanno dato il via libera, alla formalizzazione delle proposta di delibera della riduzione dei gettoni di presenza ( attualmente il valore è di 52 di euro a seduta) e del numero delle sedute delle commissioni. Tra queste delibere è anche all’ordine del giorno quella che riguarda la riduzione della indennità di carica del presidente del consiglio Calogero Zummo che ha autonomamente formalizzato la richiesta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X