Lunedì, 25 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Muos, bimba scrive ad Obama: «Mia mamma già sta male»

Muos, bimba scrive ad Obama: «Mia mamma già sta male»

«Presidente, l’ho vista piangere per gli scolari uccisi da un pazzo, eviti questa tragedia»
Sicilia, Archivio

NISCEMI. «Caro Obama, ti ho visto piangere in televisione per i bambini di una scuola americana uccisi da un pazzo. Ho capito che tu sei una persona con il cuore buono, perciò non permettere che a causa del Muos alla mia famiglia e a noi bambini succeda qualcosa di brutto, che possa distruggere tutti i nostri sogni...». È un brano della toccante letterina che Lucia Rizzo, bambina di otto anni, ha inviato al presidente degli Stati Uniti, scongiurandolo di liberarla dalla paura delle antenne e del super radar che la Marina militare Usa sta costruendo vicino a casa sua, in contrada Ulmo. Lucia vede ogni giorni la propria mamma, Ersilia Amato, impegnata notte e giorno al presidio delle Mamme No Muos, nei pressi della base americana, per impedire il transito di mezzi, con materiali e tecnici per completare il super radar in costruzione. L’articolo completo sul Giornale di Sicilia in edicola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X