Venerdì, 02 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Teppisti per noia, quattro denunciati «Hanno danneggiato Villa Amedeo»

Teppisti per noia, quattro denunciati «Hanno danneggiato Villa Amedeo»

Tre sono minorenni, l’altro ha 18 anni: uno di loro, messo alle strette, ha confessato che lo facevano solo per «gioco»
Sicilia, Archivio

CALTANISSETTA. Alla fine hanno candidamente ammesso che devastare quello che capitava a tiro era un gioco. Lo avrebbero fatto per puro divertimento, insomma una maniera un po’ strana per ammazzare la noia. In quattro adesso sono finiti nei guai dopo essere stati "pizzicati" quasi nella flagranza. Tre sono minorenni (C.C. 14 anni, i gemelli M.L. quindicenni) il quarto è un diciottenne (M.L. le sue iniziali) e tutti insieme si sarebbero divertiti a sfasciare e a mettere fuori uso strutture destinate alla pubblica fruizione. Agenti delle Volanti li hanno denunciati per danneggiamento aggravato. Nel mirino del quartetto sono finiti Villa Amedeo e il vicino Circolo del Tennis, bersaglio di frequenti incursioni vandaliche. L'ultima, però, si è rivelata indigesta. I poliziotti dopo una generica segnalazioni per la presenza di persone sospette a Villa Amedeo si sono avvicinati al "casotto" adibito a servizi notando due ragazzini che si allontanvano in direzione delle giostre. Gli altri due (il maggiorenne e un altro ragazzino) sono stati sorpresi all'interno muniti rispettivamente di martello e tenaglia. La struttura era stata completamente devastata con l'asportazione delle maniglie, mattonelle rotte, fili del quadro elettrico tranciati, pozzetti di irrigazione danneggiati. Erano state asportate anche le manovelle dei miscelatori di lavelli. Un panorama a dir poco desolante. Il maggiorenne subito dopo in questura ha ammesso ogni addebito rivelando altre incursioni, con relativi danneggiamenti, non solo a villa Amedeo ma anche al Circolo del Tennis insieme ai compagnetti di merenda. Ha pure spiegato il perché lo avrebbero fatto: puro divertimento. Per poi aggiungere: "Non avevamo altri fini". Uno dei minori, alla presenza dei genitori, ammetteva le proprie responsabilità specificando che per lui e i suoi amici era come un gioco rompere tutto quello che capitava a tiro, secondo una moda - senz'altro brutta - che sta prendendo piede anche dalle nostre parti. I tre ragazzini, dopo la segnalazione alla Procura per i minori, sono stati riaffidati ai genitori. La vicenda, però, potrebbe avere ulteriori appendici. Le Volanti hanno avviate accertamenti per accertare le specifiche responsabilità penali dei quattro per precedenti casi di danneggiamenti registrati non solo a villa Amedeo ma anche in altri spazi a verde della città.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X