Venerdì, 02 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Protesta a San Cataldo: troppe barriere architettoniche

Protesta a San Cataldo: troppe barriere architettoniche

Il gruppo «Riprendiamoci la città»: «Chiediamo al Consiglio di redigere un apposito piano»

SAN CATALDO. Nuova mozione consiliare del gruppo Riprendiamoci la Città, rappresentato in consiglio da Giampiero Modaffari e Giuseppe Bonelli. Questa volta l’attenzione del partito di opposizione è puntata sul problema delle barriere architettoniche. «Nella nostra città – dichiara Modaffari - occorre mettere in atto procedure di tipo inclusivo per tutti i nostri concittadini, perché nessuno si debba sentire emarginato, escluso, impossibilitato a svolgere le normali attività che possono essere svolte in una comunità. In tal senso particolare attenzione deve essere posta nei confronti dei concittadini con disabilità, che a causa della loro situazione, hanno la necessità di vivere la città nella sua interezza, senza preclusione alcuna. È infatti innegabile che quanti hanno ridotte capacità motorie, visive o uditive si trovano purtroppo ad essere ancora in parte discriminati, poiché uno scalino o la larghezza di una porta sono loro di impedimento nelle varie occasioni di vita sociale. In quest’ottica San Cataldo sicuramente non è una realtà a misura d’uomo e certamente non rispettosa di tutti i cittadini allo stesso modo. Chiederemo al massimo consesso cittadino di votare la nostra mozione con cui impegneremo l’amministrazione a redigere il Piano per: l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche (Peba), la classificazione del patrimonio immobiliare e dei percorsi urbani; la diagnosi dell’accessibilità con censimento puntuale e redazione delle schede esplicative dell’esistenza delle barriere; la previsione di Piani Pluriennali di Abbattimento delle barriere architettoniche, con puntuale previsione degli interventi da eseguire nel corso di più anni (almeno un Triennio) e con la previsione delle risorse economiche da destinare all’E.B.A.». La mozione sarà discussa nel corso del prossimo consiglio per il quale però non è ancora stata fissata una data.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X