Giovedì, 21 Settembre 2017

Aborigeni erano in Australia 20 mila anni prima di quanto si credesse

Scienza e Tecnica
(fonte: Shantavira da Flickr)
© ANSA

Gli aborigeni hanno vissuto in Australia tra 65 mila e 80 mila anni fa, ovvero fino a 20 mila anni prima di quanto finora creduto. L'eccezionale scoperta, avvenuta presso il parco nazionale di Kakadu nel nord dell'Australia, si deve a un gruppo di ricercatori internazionali guidati dall'Università del Queensland ed è stata pubblicata sulla rivista Nature.

Gli scavi sono stati condotti nel più antico sito conosciuto di occupazione umana, sotto un riparo di roccia detto Madjedbebe, e hanno riportato alla luce circa 11 mila manufatti, di diversa età, lungo un periodo di migliaia di anni. Fra questi le più antiche asce di pietra conosciute, lucidate e affilate, che nessuna altra cultura ha prodotto per altri 20 mila anni, oltre a punte di lancia finemente affilate e utensili per la macina di semi.

La ricerca riporta indietro di millenni la colonizzazione umana del continente, la sua interazione con la megafauna e la dispersione dell'uomo moderno dall'Africa e attraverso l'Asia. Una delle scoperte più sorprendenti, scrive il responsabile del progetto Chris Clarkson, è la gran quantità di ocra frantumata, anche negli strati più antichi, che suggerisce come i primi umani a popolare l'Australia erano già artisti entusiasti, continuando a esserlo in un'area già conosciuta per la spettacolare arte rupestre.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X