L'ALLARME

Farmacie, ne chiudono 20 l'anno in Sicilia: a Palermo e Catania record di rapine

di
catania, farmacie, Palermo, Sicilia, Cronaca

PALERMO. In Sicilia chiudono venti farmacie l’anno. Ed è record di rapine a Palermo e Catania. I presidi contrassegnati dalla croce verde sono il bersaglio preferito dai rapinatori, più di banche e tabaccai. A lanciare l’allarme è Federfarma, l’associazione che rappresenta le oltre 16.000 farmacie italiane.Nella classifica delle rapine Milano è al primo posto, seguita da Roma, Catania, Palermo e Napoli.

E le farmacie detengono il primato in rapporto agli sportelli aperti: «Battiamo purtroppo tutti, tabaccai e banche compresi», denuncia Gioacchino Nicolosi, presidente di Federfarma Sicilia, che aggiunge: «Nel nostro caso si tratta spesso di un rapinatore seriale, che torna facilmente: anche se non ci sono in cassa grandi cifre, sono immediatamente disponibili, pertanto la farmacia viene vista come un bancomat».

Federfarma fa notare che la farmacia è un luogo che, a differenza di altri, non si può schermare ed è facilmente raggiungibile. A Palermo e Catania ci sono presidi con i vigilantes davanti agli ingressi, ma «lavorare così non è facile», avverte Nicolosi.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE CARTACEA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati