ars, finanziaria, norme, prepensionamenti, regione, Sicilia, In Sicilia così
ARS

Finanziaria bis: sì ai prepensionamenti negli enti regionali

di

PALERMO. Via libera alle prime norme della Finanziaria bis. L’Ars ha iniziato a votare il disegno di legge che recupera gli articoli stralciati dalla manovra votata a fine febbraio. E fra le prime norme approvate c’è quella che estende la possibilità di andare in prepensionamento ai dipendenti di tutti gli enti regionali (Eas, Esa, Irsap, istituti e agenzie varie). Si potrà lasciare l’impiego con i requisiti in vigore prima della riforma Fornero, esattamente come è stato deciso l’anno scorso per i dipendenti degli assessorati regionali.

La stessa chance viene offerta ai dipendenti delle Camere di Commercio purchè assunti prima del 1995. Prima che la Fornero cambiasse tutto si poteva andare in pensione a 65 anni di età o 40 di servizio. La riforma Fornero ha invece obbligato ad andare in pensione con almeno 66 anni e 3 mesi di età anagrafica o 42 di servizio negli uffici.

Ma soprattutto la Fornero ha abolito un’altra possibilità che ora tornerebbe seppure temporaneamente: si potrebbe andare in pensione col sistema delle quote. In pratica se la sommadei due valori (età e anzianità di servizio) farà 97, si potrà lasciare l’ufficio indipendentemente da quale dei due valori sia più alto quindi anche se si ha meno di 65 anni.

Approvato anche l'articolo 4 che prevede la possibilità di assegnare ad altre amministrazioni i testimoni di giustizia. L'articolo prevede anche la possibilità di impiegare lo stesso personale con il metodo del "telelavoro", dando in pratica la possibilità di lavorare in via telematica da casa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati