FINANZIARIA

Riscossione Sicilia verso la chiusura, la Regione vuole affidarsi a Equitalia

di

La norma prevede in prima battuta di ricapitalizzare la partecipata con 4 milioni.

equitalia, finanziaria regionale, Riscossione sicilia, tasse in sicilia, Antonio Fiumefreddo, Rosario Crocetta, Sicilia, Economia

PALERMO. Per la prima volta il governo mette per iscritto che lavora per il passaggio a Equitalia del servizio di recupero delle tasse. Quella sul futuro di Riscossione Sicilia è la norma chiave di un maxi emendamento su cui Crocetta sta faticosamente cercando l'intesa con i partiti per uscire dall'impasse in cui è caduta la Finanziaria da 48 ore.

Anche ieri le norme più delicate - forestali, fondi ai Comuni, precari e dirigenti regionali - sono state accantonate per mancanza di accordo nella maggioranza. Nell'attesa Crocetta ha depositato l'emendamento sul futuro di Riscossione, la partecipata guidata da Antonio Fiumefreddo e a un passo dal fallimento. La norma prevede in prima battuta di ricapitalizzare la partecipata con 4 milioni.

Ciò - spiegano dall'assessorato all'Economia - eviterà il fallimento già dai prossimi giorni. Una eventualità che lascerebbe la Sicilia senza alcun ente in grado di riscuotere.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati