Giovedì, 27 Luglio 2017
SALUTE

L’influenza tarda ad arrivare in Sicilia, slitta a fine febbraio il termine per le vaccinazioni

di

PALERMO. In Italia, quest'anno, sono oltre un milione i soggetti colpiti da sindrome influenzale, eppure il picco dell'infezione non è ancora avvenuto. In Sicilia, l'incidenza è, finora, di appena il 2,36% ogni mille abitanti. Poca. «Perché - dicono gli esperti - la situazione climatica è cambiata e così anche l'arrivo dei ceppi influenzali».

Ciò significa che se, fino a qualche anno fa, nell'Isola, il picco influenzale avveniva intorno a febbraio, oggi è possibile che si sposti tra marzo e aprile, toccando anche maggio. Ecco perché l'assessorato della Salute della Regione ha spostato il termine finale della vaccinazione gratuita agli aventi diritto, a fine febbraio.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook