REGIONE

Crocetta agli alleati: chiedo un patto
per rilanciare il confronto con Roma

ars, partiti politici, patto, regione, Rosario Crocetta, Sicilia, Politica

PALERMO. «Non c'è alcun congelamento della nomina alle Attività produttive. Ricordo a tutti che dalla ratifica delle dimissioni di Linda Vancheri a oggi sono trascorsi solo 4 giorni. Escludo categoricamente che ci siano stati veti politici sul nome si Antonio Fiumefreddo e su chiunque altro». Lo dice il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta.

«Questa delega - aggiunge - è sempre stata considerata in capo al presidente e non alle forze politiche. Mi sembra corretto però confrontarmi prima di provvedere a qualsiasi nomina di qualsiasi tipo con la coalizione, ieri ho incontrato il Pd e l'Udc adesso le altre forze».

«Agli alleati chiedo un patto con il Parlamento e tutte le forze politiche per rilanciare il confronto col governo nazionale», prosegue Crocetta.

E sulla delega aggiunge: «Prima di assegnarla voglio fare una verifica sugli obiettivi raggiunti e su quelli da raggiungere in modo tale che il nuovo assessore abbia una delega piena con tanto di priorità».

«Si tratta di pochi giorni - conclude - È una delega del presidente, l'accordo elettorale prevedeva due nomine per il presidente, in atto non ce n'è neppure una».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati