Pannella espelle la Bonino dai Radicali: "Lavora molto, ma mai con noi"

ROMA. La storica "coppia" radicale divorzia. Pannella lancia dure critiche in diretta, su Radio Radicale, contro la collega Emma Bonino, dopo anni di militanza che li ha visti portare avanti insieme campagne e programmi politici. Il leader radicale non si limita solo a sfrecciare parole aspre nei confronti dell'ex ministro, ma comunica la decisione, data sempre in diretta radio, di espellerla dal partito.

«Tunisia, Marocco... Emma Bonino corre da una parte all’altra. Ma che ca...o faccia davvero lo sappiamo solo dalle indiscrezioni di qualcuno», come si vede nel video del Corriere.it. «La signora Bonino lavora molto. E mai da noi».

L'annuncio è avvenuto domenica 26 luglio, quando, come tutte le domeniche, è andata in onda su Radio Radicale la Conversazione con Marco Pannella condotta da Massimo Bordin, ex direttore dell’emittente e voce della rassegna dei giornali Stampa e Regime .

«Non ritengo che Bonino combatta la nostra battaglia - dice Pannella -. Perché Emma telefonò a mezza Italia del potere per impedire la pubblicazione di un libro. Emma disse che se fosse stato pubblicato il libro si sarebbe dimessa. Ha fatto pressioni per non farlo uscire».

«Sono intervenuto io con Napolitano per fare inserire Emma nel governo Letta. E lei s’è fatta cacciare senza neanche un lamento». E ancora: «Si comporta come se non avesse più nulla a che vedere coi Radicali. L’ultima volta che ho discusso con lei è quando ha ottenuto la nomina a segretario del partito di un bellimbusto (il maliano Demba Traoré, ndr ) che poi è scomparso (...)». Ultimo affondo: «In tutte le sue nomine c’entravo sempre io. Lei invece lavora molto ma mai con noi».

© Riproduzione riservata

Correlati