Madalina Ghenea: Sorrentino ha cambiato la mia vita - Foto

ISCHIA. Il film di Paolo Sorrentino Youth - La giovinezza ha cambiato la sua vita e a fine mese comincia il nuovo film, il primo da protagonista, in cui sarà una giovane montanara. E lei - Madalina Ghenea - ci tiene moltissimo a prepararsi e a fare bene.

La scena in cui bellissima e completamente nuda entra nella piscina termale lasciando a bocca aperta i due anziani Michael Caine e Harvey Keitel è di quelle destinate a rimanere impresse a lungo. «Io amo quell'uomo e il suo talento - dice l'attrice romena, 27 anni il prossimo 8 agosto, riferendosi a Sorrentino - spero di lavorare presto di nuovo con lui. Ho già fatto un provino per un suo nuovo progetto e pare sia stato più che convincente». Il nuovo progetto non è la serie The Young Pope che il premio Oscar sta preparando, sottolinea la sua agente, piuttosto un lavoro fotografico legato alla promozione di Youth all'estero. Mistero. Certo è che dopo aver puntato su Madalina per il poster del film, Sorrentino l'ha già prenotata per accompagnare il film in uscita in Europa e a dicembre in America dove tenterà nuovamente la strada degli Oscar.

«Youth mi ha cambiato la vita non in meglio, di più. Ho cancellato la vita privata, sono molto concentrata sul lavoro, ma è quello che volevo fare dopo un anno di pausa in cui mi sono fermata per motivi personali e in cui credo di aver toccato il mio fondo», spiega la Ghenea sottolineando subito dopo che le interviste sono un problema, «perchè non fingo, sono me stessa e così finisco sempre per svelare un pò troppo di me». Il riferimento alla vita privata è alla problematica fine della relazione con Michael Fassbender, l'attore che nel suo cuore aveva preso il posto di Gerard Butler.

«Il film di Sorrentino mi ha fatto rivivere - aggiunge Madalina, protagonista a Ischia Global Fest - forse per tutto quello che avevo personalmente dentro di me la mia parte in Youth è stata diversa. Avevo fatto il provino per una scena con due battute in tutto dette da un personaggio 'vuoto', Miss Universo, invece è diventato altro, sono riuscita a mettere tutte le mie emozioni e le mie frustrazioni nel monologo che faccio sul mestiere dell'attore».

Del nuovo film che a fine mese comincia a girare tra il Trentino e l'Alto Adige dice che interpreterà «un personaggio assai poco glamour. Non ci sono nudi, così non ci sarà la scusa che mi hanno scelta per doti fisiche». S'intitola Condamned to love, con Darren Criss, diretto da Barry Morrow ed «è una commedia con un pò magia. A me piacciono film come Midnight in Paris, Chocolat, Il mondo di Amelie. Sono attirata dal realismo magico forse perchè tutto quello che mi capita è magia».

Appena 5 anni fa era all'Ischia Global fest da perfetta sconosciuta, testimonial di un'azienda telefonica che era sponsor del festival. Fu notata dal produttore Pietro Valsecchi che la fece debuttare al cinema, lei che aveva avuto qualche esperienza solo con la moda, nei Soliti Idioti. Poi un film con Jude Law, Dom Hemingway, «rivelatosi un incubo perchè mi sentivo completamente inadeguata», infine la grande chance con Sorrentino.

L'attrice a Ischia frequenta il corso di Bernard Hiller, «non è un vero e proprio stage di recitazione piuttosto un qualcosa di emozionale che ti dà carica per mesi». Oggi a tenere lezione sono stati Bill August e Matteo Garrone, ma quel che conta è la classe di decine di attori da tutta Europa che si danno appuntamento per una full immersion che si ripete ogni anno.

© Riproduzione riservata

PERSONE: