DIREZIONE DEL PARTITO

Pd-Crocetta, lo «strappo» è definitivo
Elezioni anticipate in primavera?

di

Raciti: Crocetta non ha dato risposte, consulterò Roma e la coalizione

partito democratico, Fausto Raciti, Rosario Crocetta, Sicilia, Politica
Il segretario regionale del Pd, Fausto raciti

PALERMO. L’ultima apertura del segretario del Pd, Fausto Raciti, al presidente della Regione, Rosario Crocetta, non è servita a ricucire il rapporto tra il governo e il principale partito di maggioranza.

Così ieri, al termine della riunione della Direzione regionale del partito siciliano a Palermo, è andato in scena lo strappo definitivo che, salvo sorprese, porterà alle elezioni anticipate, probabilmente in primavera. A stabilire il percorso saranno le consultazioni che Raciti avvierà subito con gli alleati e un’assemblea che si terrà a fine luglio.

Le parole del presidente non convincono però i dirigenti del Pd. «Non ha fatto alcuna proposta - dice Raciti - non ha consapevolezza. Oggi speravo di giungere a una soluzione ma non ho avuto elementi per trovare questa soluzione. Non possiamo però girare a vuoto».

 

Il deputato Giuseppe Lupo propone allora una via di uscita: «Una crisi al buio danneggerebbe principalmente i lavoratori e le fasce sociali più deboli. La Direzione dia mandato al segretario Raciti di verificare assieme alla coalizione e al presidente Crocetta se, come penso, ci sono le condizioni per una fase nuova di rilancio del programma per lo sviluppo e le riforme. Sia l’Assemblea del Pd a valutare e decidere se e come proseguire questa esperienza di governo». Assemblea che si terrà entro luglio, ma su Raciti continua il pressing di una folta pattuglia di dirigenti e deputati che chiede di agire subito.

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati