Martedì, 25 Settembre 2018
LAVORO

Piano giovani, parere dell’Avvocatura «rilancia» Sicilia-e Servizi

di
Richiesto dal dirigente Gianni Silvia, escluderebbe la possibilità di riaffidare l’appalto alla società Ett. Intanto Italia Lavoro contesta il ritorno della Corsello

PALERMO. Il Piano giovani torna nel caos. Quando l’iter sembrava vicino ad una svolta, ecco che contenziosi e iter burocratici farraginosi rischiano di compromettere il progetto da cento milioni per favorire l’occupazione degli under 35. L’ultima grana è arrivata da un parere dell’Avvocatura dello Stato chiesto dal dirigente generale della Formazione, Gianni Silvia. La questione riguarda la gestione della piattaforma informatica, realizzata dalla società genovese Ett grazie a un affidamento diretto dell’ex dirigente Corsello. Affidamento finito nella bufera del flop della selezione e revocato dalla Regione. Per cui, per riattivare le procedure, il dirigente Silvia ha chiesto un parere per capire se possibile e in che modo rivolgersi nuovamente alla Ett o se necessario trovare soluzioni alternative.

Il parere giunto sulla scrivania del dirigente è molto articolato, ma di fatto escluderebbe la possibilità di riaffidare l’appalto alla Ett. Ecco, allora, che rientra in gioco Sicilia e-Servizi, che avrà un ruolo di coordinamento di primo piano nel nuovo bando per i tirocini. La società guidata da Antonio Ingroia, a sua volta, dovrebbe comunque procedere ad un accordo per sfruttare la piattaforma informatica già creata dalla Ett e utilizzare i dati relativi a migliaia di imprese e giovani, che comunque appartengono all’amministrazione regionale.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X