Lunedì, 24 Settembre 2018
I NODI DELLA SICILIA

Festivi, chiuso il 60% dei musei siciliani

di
Slitta la trattativa tra Regione e sindacati. Oggi pomeriggio e domenica oltre il sessanta per cento di strutture e Parchi archeologici chiuderà battenti

PALERMO. Gran parte dei Musei e dei parchi archeologici siciliani resteranno chiusi per turisti e visitatori nel fine settimana. Non è stato ancora raggiunto l’accordo tra Regione e sindacati e nel pomeriggio di oggi e domani non sarà possibile visitare numerosi siti in varie località dell’isola: dal museo archeologico di Agrigento a quello di Mazara che custodisce il Satiro.

SONDAGGIO: TU COSA NE PENSI?

Secondo alcuni sindacati, oltre il 60 per cento delle strutture chiuderà i battenti. Nell’elenco rientrano anche la Villa del Casale di Piazza Armerina e il museo archeologico di Selinunte. Si è rivelata solo una riunione interlocutoria, infatti, quella che si è tenuta nel dipartimento dei Beni Culturali tra il dirigente generale Rino Giglione e i sindacati che, tra l’altro, hanno presentato proposte differenti. Il Sadirs suggerisce l’ipotesi di incentivi individuali per garantire l’apertura dei siti, mentre Cgil, Cisl e Uil propongono di ricorrere all’ausilio dei lavoratori ex Asu, «già pagati dalla Regione e sino ad oggi mai utilizzati».

Musei siciliani, visite in calo: le immagini

Proposte che servirebbero a superare il problema del tetto massimo delle giornate festive in cui i custodi sono obbligati a lavorare per contratto, che è pari al 30 per cento. In Sicilia, tra addetti alla fruizione e custodi, sono 1545 le persone che lavorano nei 112 siti archeologici.

ALTRE NOTIZIE NELLE PAGINE DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X