città, dato, turismo, visitatori, Reginald Charlot, Sicilia, Società
STATI UNITI

In un anno oltre 400 mila arrivi: record di turisti italiani a New York

Il viaggiatore italiano è giovane e desideroso di scoprire tutto quello che la città ha da offrire: shopping, musei e gallerie d'arte, siti di interesse storico, tour guidati, spettacoli, concerti, ristoranti, vita notturna e molto altro

ROMA. New York, che ha accolto un record di 54.3 milioni di visitatori lo scorso anno, si conferma una destinazione di grande appeal per gli italiani, sia alla prima visita che nelle successive. Nel 2013 - secondo quanto rende noto l'Ente del turismo di New York City - sono stati 464.000 gli arrivi dall'Italia (+3% rispetto al 2012), che conferma la sua posizione di 7 mercato internazionale per la città. L'85% degli italiani ha visitato New York City per vacanze e trascorso una media di 6.8 notti, soggiornando prevalentemente negli hotel dei cinque distretti (78%).

La spesa media per soggiorno per persona è stata di 1.325 dollari, mentre la spesa totale è di 615 milioni di dollari. Il viaggiatore italiano è giovane (età media tra i 18 e i 34 anni, con il 40% delle presenze sotto i 30 anni) e desideroso di scoprire tutto quello che la città ha da offrire: shopping, musei e gallerie d'arte, siti di interesse storico, tour guidati, spettacoli, concerti, ristoranti, vita notturna e molto altro.

«Le statistiche mostrano il ruolo fondamentale delle agenzie di viaggio in Italia per i viaggi a New York City: il 41% dei viaggiatori ha infatti dichiarato di essersi rivolto ad un agente per richiedere informazioni e il 65% di aver prenotato il suo soggiorno tramite tour operator e agenzia - afferma Reginald Charlot, vice president Tourism Development, Europa - nessuna città al mondo è in grado di emozionare e di trasmettere l'energia di New York City, teatro, shopping, cultura, arte, cucina, night life: New York City continua ad essere il luogo dove nascono le nuove tendenze e un modello per tutto il mondo. La città è in continua evoluzione e trasformazione, con tante novità che coinvolgono tutti i cinque distretti».

L'incremento del numero di turisti a New York City ha stimolato il settore dell'ospitalità. La città è protagonista del piano di espansione alberghiera più ampio degli Stati Uniti, che coinvolge tutti i cinque distretti newyorkesi. Attualmente sono a disposizione 99.000 camere: un numero che salirà a 105.000 entro la fine dell'anno e a 115.000 entro il 2017. Le nuove aperture includono diverse tipologie, dai boutique hotel, alle strutture di lusso, fino alle soluzioni extended-stay ideali per uomini d'affari.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati