animalisti, cani, enpa, GATTI, randagi, Sicilia, Vita
DENUNCIA DELL'ENPA

Spariti 150 gatti in due anni a Parma, e ora gli animalisti mettono una taglia

PARMA. «Sta assumendo proporzioni sempre più inquietanti la misteriosa sparizione di gatti nel parmense: dal 2013 ad oggi si contano già più di 150 animali scomparsi. La Protezione animali parmense è impegnata in un’attività di censimento, che permetterà a volontari, Polizia e Carabinieri, di avere a disposizione una statistica attendibile con una mappature delle aree più a rischio». Lo dichiara Lella Gialdi, consigliere nazionale della Protezione animali e presidente dell’Enpa di Parma. «Siamo alla ricerca di regolarità ed anomalie - continua Gialdi - che ci possano aiutare a inquadrare il fenomeno e, di conseguenza, ad avere qualche indizio utile a metterci sulle tracce dei rapitori. Al momento l’unica cosa certa che mi sento di escludere è che tali sparizioni siano causate da un’unica persona: il territorio dove sono avvenute è troppo vasto per essere “battuto” da un singolo».

«Purtroppo - prosegue - temo che questo sia solo l’inizio. Per questo abbiamo messo una taglia di duemila euro a favore di chiunque fornirà informazioni utili a fare luce su questa inquietante situazione». Un appello al quale si associa anche la presidente nazionale dell’Enpa, Carla Rocchi: «Ringrazio tutte le persone che stanno lavorando al caso con grande professionalità e dedizione; auspico che questi criminali vengano individuati il prima possibile e sanzionati con una pena durissima. Naturalmente di questa terribile vicenda è informato il nostro ufficio legale che sta adottando tutte le opportune iniziative al riguardo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati