Martedì, 25 Settembre 2018

Ambulanze in Sicilia, ora si rischia lo sciopero

No dei sindacati ai contratti di solidarietà per gli oltre tremila dipendenti Seus, la società del 118
Sicilia, Cronaca

PALERMO. I sindacati dicono di «no» ai contratti di solidarietà per gli oltre tremila dipendenti della Seus, la partecipata della Regione che gestisce il 118, e si dicono pronti allo sciopero. Una posizione che Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl hanno assunto con una lettera inviata all'assessore alla Sanità, Lucia Borsellino, al presidente della Regione, Rosario Crocetta, e al presidente della Commissione Sanità all'Ars, Pippo Digiacomo, per chiedere a tutti un incontro urgente «sul futuro lavorativo degli operatori del servizio». Le tre sigle confederali del pubblico impiego hanno già dichiarato un nuovo «stato di agitazione» e annunciano di essere pronti anche «allo sciopero in assenza di risposte da parte del governo». Uno sciopero che potrebbe avere ricadute sui servizi svolti dalla Seus e quindi anche sull'attività delle ambulanze.
APPROFONDIMENTI SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X