Venerdì, 06 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Ambulanze in Sicilia, ora si rischia lo sciopero

No dei sindacati ai contratti di solidarietà per gli oltre tremila dipendenti Seus, la società del 118
Sicilia, Cronaca

PALERMO. I sindacati dicono di «no» ai contratti di solidarietà per gli oltre tremila dipendenti della Seus, la partecipata della Regione che gestisce il 118, e si dicono pronti allo sciopero. Una posizione che Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl hanno assunto con una lettera inviata all'assessore alla Sanità, Lucia Borsellino, al presidente della Regione, Rosario Crocetta, e al presidente della Commissione Sanità all'Ars, Pippo Digiacomo, per chiedere a tutti un incontro urgente «sul futuro lavorativo degli operatori del servizio». Le tre sigle confederali del pubblico impiego hanno già dichiarato un nuovo «stato di agitazione» e annunciano di essere pronti anche «allo sciopero in assenza di risposte da parte del governo». Uno sciopero che potrebbe avere ricadute sui servizi svolti dalla Seus e quindi anche sull'attività delle ambulanze.
APPROFONDIMENTI SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X