Mercoledì, 14 Novembre 2018

LA RICETTA. Da provare con una zuppa fatta di ceci e pescatrice

Il Cavolo Vecchio è un prodotto ottimo da mangiare semplicemente come insalata oppure come condimento di zuppe e piatti di ogni genere. Lo chef Giuseppe Catanese del «Donna Patrizia» di Rosolini ci propone la zuppa di Cavolo Vecchio di Rosolini, ceci e pescatrice. Per 4 persone occorrono 500 grammi di foglie di Cavolo Vecchio di Rosolini, 300 grammi di ceci, 800 grammi di coda di pescatrice, aglio, cipolla, olio extra vergine d'oliva, sale e ciliegino essiccato quanto ne piace.
Dopo aver messo a bagno i ceci per tutta la notte, bisogna cuocerli con sedano, carota e cipolla e salare solo verso la fine della cottura. Prendere le foglie del Cavolo Vecchio, lavarle ed eliminare la parte più dura; tagliarle a pezzetti e farle bollire in acqua salata. In una padella alta far soffriggere l'aglio e la cipolla, dunque rosolarvi la coda della pescatrice tagliata in quattro porzioni. Aggiungere la verdura, i ceci con il sughetto di cottura ed il ciliegino essiccato e far cuocere aggiungendo l'acqua di cottura dei cavoli fino a quando il pesce sarà pronto, ovvero per 10 minuti. Versare la zuppa in una cocotte e condire con olio extra vergine d'oliva. Guarnire infine il piatto con fiori di borragine oppure con delle fettine di pane casereccio abbrustolite. «Si tratta - spiega lo chef Giuseppe Catanese - di una rivisitazione dell'antica ricetta fatta dalle famiglie rosolinesi, che specie in inverno preparavano questa zuppa di Cavolo Vecchio e ciliegino. Io ho preferito abbinarvi il pesce, che adoro tanto, ed i ceci che ben si sposano al Cavolo vecchio dando al piatto un tocco in più di rusticità».


G. B.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X