Lunedì, 19 Novembre 2018

Maran: "Contro il Cagliari niente ansie e timori"

CATANIA. Per Rolando Maran il Cagliari non è  un avversario qualunque. Nell'anticipo di domani sera al  Massimino, il tecnico rossazzurro ritrova la squadra che  battendo il Catania lo scorso ottobre nel girone d'andata di  fatto sancì il suo esonero.   "Pensare a quella partita mi dà ancora rabbia - confessa  l'allenatore trentino, che a metà gennaio ha ripreso il suo  posto sulla panchina etnea - mi auguro che i ragazzi sentano  questa sfida come la sento io. Ci attende un impegno molto  importante, come tutti quelli che restano, del resto".     "Liberiamoci da ansie e timori - aggiunge Maran - voglio un  grande impatto sulla gara. Bisogna andare in campo con tanta  fame, il cuore e la grinta possono fare la differenza. Il  Cagliari va affrontato con attenzione. Tolte le big, ha un  reparto offensivo tra i migliori del torneo e sa attaccare bene  la profondità".   Tra i 23 convocati c'è Barrientos, in fase di recupero da un  infortunio muscolare. L'argentino, non al top, resta la grande  incognita della vigilia: un suo impiego dal primo minuto  propizierebbe il ritorno al 4-3-3. Maran deve fare a meno dello  squalificato Bellusci e degli infortunati Almiron e Castro, ma  ritrova Bergessio, che ha scontato la squalifica. "Il ritorno di  Gonzalo è importante - conferma il tecnico - lui è il nostro  primo riferimento offensivo. Barrientos? Sta meglio, ha cercato  di stringere i denti per esserci. Ho ancora più di 24 ore per  valutare le sue condizioni. Domani deciderò, mi prendo tutto il  tempo a disposizione. Almiron? Non riesce a smaltire un  infortunio che lo sta tormentando, sta lavorando sodo, ma non è  ancora a posto". 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X