New York, Picasso milionario come premio alla lotteria

Enlarge Dislarge
Cercate qualcosa perimpreziosire il vostro salotto? Perchè non un quadro diPicasso? A condizione di vincere una tombola on line di ungenere nuovo, del costo di 100 euro per ogni biglietto.La tela in palio nella tombola è «L’homme au Gibus», del1914. Del valore stimato di un milione di dollari, il disegnocubista è stato donato da una persona anonima a una galleria diNew York, che a sua volta l’ha offerto all’Associazioneinternazionale per la salvaguardia di Tiro (Aist), città delLibano classificata patrimonio mondiale dell’Unesco.L’Associazione stessa ha organizzato l’estrazione, che si terràda Sotheby’s il prossimo 18 dicembre.Cinquanta mila biglietti sono stati messi in vendita su unsito internet appositamente creato (www.1picasso100euro.com); iricavi andranno devoluti in beneficenza e serviranno, tral’altro, a finanziare la creazione di un istituto di studifenici e punici a Beirut. Quaranta mila sono già stati vendutiin tutto il mondo.Anche Olivier Picasso, nipote del pittore spagnolo (sua nonnaera Maria Teresa, l’amante di Picasso), che non ha maiconosciuto il suo celebre nonno, è arrivato a New York perpubblicizzare l’iniziativa.
Cercate qualcosa perimpreziosire il vostro salotto? Perchè non un quadro diPicasso? A condizione di vincere una tombola on line di ungenere nuovo, del costo di 100 euro per ogni biglietto.La tela in palio nella tombola è «L’homme au Gibus», del1914. Del valore stimato di un milione di dollari, il disegnocubista è stato donato da una persona anonima a una galleria diNew York, che a sua volta l’ha offerto all’Associazioneinternazionale per la salvaguardia di Tiro (Aist), città delLibano classificata patrimonio mondiale dell’Unesco.L’Associazione stessa ha organizzato l’estrazione, che si terràda Sotheby’s il prossimo 18 dicembre.Cinquanta mila biglietti sono stati messi in vendita su unsito internet appositamente creato (www.1picasso100euro.com); iricavi andranno devoluti in beneficenza e serviranno, tral’altro, a finanziare la creazione di un istituto di studifenici e punici a Beirut. Quaranta mila sono già stati vendutiin tutto il mondo.Anche Olivier Picasso, nipote del pittore spagnolo (sua nonnaera Maria Teresa, l’amante di Picasso), che non ha maiconosciuto il suo celebre nonno, è arrivato a New York perpubblicizzare l’iniziativa.