Regione, vertice Crocetta-Udc-Pd: "Sarà giunta di alto profilo"

Decisioni in tempi brevi, assessori di elevata competenza in grado di realizzare un programma condiviso di riforme, che sappia coniugare le esigenze di risanamento economico finanziario, con il rilancio dello sviluppo produttivo, non dimenticando il lavoro e la legalità

PALERMO. «Una giunta regionale» in tempi  brevi «composta da assessori di alto profilo e di elevata  competenza in grado di realizzare un programma condiviso di  riforme, che sappia coniugare le esigenze di risanamento  economico-finanziario con il rilancio dello sviluppo produttivo  e con particolare attenzione al tema del lavoro e della  legalità». È quanto si legge in una nota congiunta, a  conclusione dell'incontro a Roma tra il presidente della Regione  siciliana, Rosario Crocetta, e i segretari regionali di Pd e  Udc, Giuseppe Lupo e Gianpiero D'Alia.     Alla riunione erano presenti anche il segretario nazionale  dell'Udc Lorenzo Cesa, il coordinatore della segreteria  nazionale del Pd Maurizio Migliavacca e i responsabili Enti  Locali dei due partiti Davide Zoggia e Mauro Libè.     Nel corso della riunione «è stato espresso l'apprezzamento  per il lavoro svolto dal neo-presidente e ribadita la necessità  di coinvolgere, anche a livello nazionale, le forze della  coalizione a sostegno dell'azione del presidente Crocetta per  affrontare la grave crisi economica e sociale che colpisce la  Sicilia».     Crocetta e i rappresentanti dei partiti si incontreranno la  prossima settimana.   

Dalla lista elettorale al  movimento politico vero e proprio. È il passo che, secondo  quanto appurato dall'ANSA, stanno compiendo i sostenitori di  Rosario Crocetta, vincitore delle elezioni in Sicilia e da poco  insediatosi a Palazzo d'Orleans. Alcuni suoi fedelissimi ci  stanno lavorando da diversi giorni. La base è Gela, ma ci sono  gruppi in varie parti della Sicilia, dove circolano già le  tessere di adesione al movimento. Il simbolo è lo stesso della  lista elettorale che alle regionali ha ottenuto il 6,1%, con un  megafono nel logo e la scritta 'Crocetta presidentè.     «Non è solo una idea ma qualcosa di più, ovviamente ne  abbiamo parlato col presidente Crocettà», conferma Gaetano  Montalbano, tra i più attivi nella provincia di Caltanissetta.  «C'è tanto entusiasmo attorno a Crocetta - aggiunge - inutile  nasconderlo. Il progetto è in fase avanzata, stiamo ragionando  sullo statuto e sulle strutture da costituire nei diversi  territori».     L'obiettivo è ambizioso: strutturare la base e presentarsi  alle prossime amministrative, pensando anche alle elezioni  politiche della prossima primavera, magari in apparentamento col  Pd. «Pensiamo a un movimento aperto, al quale possono aderire  sostenitori che hanno altre tessere di partito», aggiunge  Montalbano.   

Il pm Nicolò Marino entrerà  nella giunta di Rosario Crocetta, che gli assegnerà la delega  all'Energia. La nomina non è ancora ufficiale, ma il  governatore della Sicilia, secondo quanto si apprende, ha  annunciato a Pd e Udc, nel corso del vertice che si è svolto a  Roma, che il magistrato ha deciso di accettare la sua proposta  di far parte della squadra.      Marino si aggiunge a Lucia Borsellino, già insediatasi alla  Sanità, e Franco Battiato al Turismo. Sugli altri nomi, il  confronto rimane aperto. Pd e Udc faranno le proprie valutazioni  e giovedì prossimo ne discuteranno col governatore Crocetta in  un nuovo incontro. Anche se contattato dal presidente della  Regione, il senatore Beppe Lumia (Pd) ha declinato l'invito a  entrare nell'esecutivo, preferendo rimanere in Parlamento, per  fare da collante tra Roma e Palermo sulle questioni più spinose  che riguardano la Sicilia, a cominciare dal bilancio.      Le scelte di Crocetta s'intersecano con la partita sulla  presidenza dell'Assemblea regionale. Ruolo ambito dall'Udc, in  questo caso la scelta è tra un esponente d'esperienza, come il  deputato Giovanni Ardizzone, o un volto nuovo all'insegna del  rinnovamento.   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati