Ars, bloccato il ddl blocca nomine: polemiche

Protestano il capo gruppo del Pd all'Ars, Antonello Cracolici e il Pid-Cantiere popolare. "L'atteggiamento del presidente della prima Commissione Affari Istituzionali Riccardo Minardo - dice Cracolici - è di assoluta gravità: stamane mentre era in corso la riunione del gruppo Pd, ha riunito la prima Commissione e con un blitz ha fatto votare la 'bocciaturà del ddl blocca nomine, pur non essendo neanche in numero legale"

PALERMO. Bocciato in commissione affari  istituzionali il ddl blocca nomine. Il provvedimento  «impediva» al Governo della regione di continuare ad  effettuare nomine anche dopo le dimissioni del Presidente e  prima dello svolgimento delle elezioni«. Ed è subito polemica.  Protestano il capo gruppo del Pd all'Ars, Antonello Cracolici e  il Pid-Cantiere popolare.      "L'atteggiamento del presidente della prima Commissione  Affari Istituzionali Riccardo Minardo - dice Cracolici - è di  assoluta gravità: stamane mentre era in corso la riunione del  gruppo Pd, ha riunito la prima Commissione e con un blitz ha  fatto votare la 'bocciaturà del ddl blocca nomine, pur non  essendo neanche in numero legale".     

"Difenderemo le norme blocca-nomine in Aula - dicono Rudy  Maira e Totò Cascio, rispettivamente capogruppo e deputato del  Pid-Cantiere popolare all'Ars - contro ogni tentativo di  trasformare la fase elettorale in un suk di svendita di anime ed  intelligenze". 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati