Rugby, Palermo parte male nei play off

La squadra siciliana sconfitta in casa dal Parma nell’andata degli spareggi verso la serie A

PALERMO. L’Italo Belga Palermo Rugby perde l’andata dei play-off che valgono il salto in serie A. La squadra di Fabio Rubino, allenata dal duo Gioacchino La Torre e Jaco Stoumann, impatta contro l’Amatori Parma e perde per la prima volta davanti al proprio pubblico, accorso alla grande oggi (oltre 500 spettatori in tribuna). Al termine dei primi ottanta minuti della partita di andata i nero-arancio sono sotto 8-16. La partita è stata molto tecnica e disputata colpo su colpo. Luca Ciaurro, oggi un po’ impreciso dai calci, spreca da buona posizione. Non spreca, invece, Fava che mette a segno un piazzato e conquista i primi tre punti con cui si va al riposo nel primo tempo. Nella ripresa il mediano di apertura del Palermo si rifà e pareggia i conti. Ma a metà del secondo tempo, i padroni di casa hanno un calo e subiscono, prima un altro piazzato di Fava, poi la meta di Silva che lo stesso Fava trasforma. I nero-arancio accusano il colpo e rischiano di capitolare. Fava mette un altro piazzato e porta il risultato sul 3-16. Sarà Cosimo Di Chiara, due minuti dopo a chiudere in meta una splendida azione corale della squadra del Palermo. Ciaurro non trasforma. All’ultimo secondo è clamoroso l’errore a pochi centimetri dalla meta di Brumana e di La Torre. “Dispiace per come è andata, è ovvio – dice il presidente Rubino –. Comunque sono molto soddisfatto dei miei ragazzi che hanno dato il massimo e comunque hanno regalato un sogno a questa città, portandoli a sfiorare per la prima volta la massima serie. E comunque c’è ancora una partita di ritorno da giocare”. “ Siamo stati molto sfortunati – dice l’allenatore Gioacchino La Torre – abbiamo sprecato parecchio, ma non me la sento di rimproverare qualcosa ai miei ragazzi che hanno dato il massimo. Certo, ripenso all’ultima azione e recrimino ancora di più. Ma a Parma proveremo a giocarcela. Anche se sarà molto difficile”. “L’infortunio nella fase di riscaldamento di Anselmo ha un po’ spostato gli equilibri della squadra costringendoci a giocare un po’ in emergenza – dice Stoumann -. Abbiamo ancora un secondo tempo da giocare. E tutto può succedere”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati