Sicilia, Politica

Alfano: via libera a Monti Sostegno anche dal Pd

Procedono le consultazioni per la formazione del nuovo governo. Il segretario del Pdl: "Pensiamo che il tentativo del professore possa andare a buon esito". Il Partito Democratico smentisce di aver detto sì a Letta e Amato nell'esecutivo

ROMA. Il governo Monti sembra ormai in grado di formarsi. Le consultazioni del premier incaricato infatti procedono senza intoppi. "Stiamo lavorando - ha spiegato il segretario del Pdl Angelino Alfano al termine dell'incontro con il premier incaricato Mario Monti - come auspicato da Berlusconi per il bene dell'Italia e nell'interesse nazionale. Pensiamo, alla luce dei fatti, che il tentativo del professor Monti di formare un governo possa andare a buon esito".
            
Anche il Partito democratico sostiene pienamente il governo Monti ma smentisce nel modo più netto la notizia uscita e diffusa dalle agenzie di stampa in mattinata secondo la quale il Pd avrebbe dato il via libera all'ingresso di Gianni Letta e Giuliano Amato. Lo si legge in una nota del Pd.



LISTA MINISTRI QUASI PRONTA. "Monti è quasi pronto con la lista dei ministri e sicuramente ha un forte e convinto appoggio della politica". Lo ha detto il presidente di Rete Imprese Italia, Ivan Malavasi, al termine dell'incontro con il premier incaricato, sottolineando che quanto alla possibilità di ingresso di politici nel governo, il Professore "ha solo detto i suoi desideri".
"Monti ci ha detto che ha raggiunto un'intesa con le principali forze politiche in modo da avere una consistente forza parlamentare che lo appoggia e che rapidissimamente sarà in grado di presentare la lista dei ministri", ha detto invece il segretario della Cisl, Raffaele Bonanni al termine dell'incontro con Monti.


MARCEGAGLIA. "Supportiamo fortemente la nascita di questo governo, perché per noi è l'ultima chance per tornare ad essere credibili". Lo ha detto Emma Marcegaglia al termine dell'incontro delle parti sociali con il premier incarico Mario Monti.


ORE 18.30. A quanto si apprende negli ambienti del Quirinale, il Presidente del Consiglio incaricato, senatore Mario Monti, ha chiesto udienza al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per domani mattina, intorno alle ore 11.00, per sciogliere la riserva.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati