Condono edilizio, una condanna nel Messinese

MESSINA. Si era rifiutato di istruire le  pratiche di condono edilizio del comune presso cui lavorava, ora  dovrà risarcire i soldi spesi per far svolgere quel lavoro ai  colleghi in regime di straordinario. Lo ha deciso la sezione  giurisdizionale d'appello della Corte dei conti che ha  condannato un ingegnere comunale di Santa Lucia Del Mela, F.S, a  versare all'ente presso cui lavora 3.290 euro, oltre agli  interessi e  le spese giudiziarie. (sentenza 212/2011). 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati