Agricoltura, imprese in calo

Negli ultimi dieci anni hanno chiuso 129.553 aziende del settore. In compenso aumentano quelle superiori a 100 ettari. Sempre più giovani gli imprenditori che lavorano in campagna

PALERMO. Cala del 37 per cento il numero delle imprese agricole in Sicilia negli ultimi dieci anni. Ovvero hanno chiuso i battenti 129.553 aziende del settore. Ma in compenso aumentano quelle superiori a 100 ettari.
Crescono la superficie utilizzata (8,2%) e quella aziendale (6,2%). Sono sempre più giovani gli imprenditori del settore. È una fotografia in bianco e nero quella scattata dal sesto censimento generale dell'agricoltura, presentato a Palermo. I dati sono provvisori e il confronto viene fatto con l'ultima rilevazione che risale al 2000. I risultati definitivi arriveranno entro aprile 2012.
Il censimento, effettuato tra dicembre 2010 e febbraio 2011, ha raccolto informazioni sulla struttura aziendale al 24 ottobre 2010 e sulle attività dell'annata agraria 2009-2010. All'Isola spettano alcuni primati. Ad ottobre 2010 risultano attive 219.581 aziende agricole e zootecniche (il 13,5% d'Italia, seconda regione dopo la Puglia). La diminuzione delle imprese è in linea con la tendenza nazionale. Per quanto riguarda, invece, la crescita delle superfici, il dato siciliano, in controtendenza rispetto a quello della penisola, si spiega con le misure della Pac che sta iniziando a dare i primi frutti.
Tra le province, per diminuzione di aziende maglia nera a Messina. Tra il 2000 e il 2010 ne sono scomparse 31.844. Si tratta del 55% in meno. Segue Ragusa (-47%), perse 11.312 imprese. Al terzo posto troviamo Catania che registra un - 41%, andate in fumo 19.883 aziende. Siracusa ne ha lasciate per strada 10.151 (-40,9). Caltanissetta (-35,8) ne ha perse più di 10 mila. Ad Agrigento (-35,4) sono 18.578 quelle scomparse. Enna segna -33%, quelle perse sono 8.527. Palermo con 13.278 aziende in meno (-25,5%) si attesta al penultimo posto. Il capoluogo siciliano è comunque in pole position per numero di aziende attive (38.880). La maglia rosa va a Trapani che registra una diminuzione del 16%, avendone viste sfumare solo 5.890. La dimensione media aziendale è cresciuta notevolmente: da 3,67 ettari per azienda a 6,32 nel 2010. Per quanto riguarda gli occupati, l'età dei capi azienda mostra che sono cresciuti gli under 50 (dal 24,8 al 27,7%) e diminuiti gli over 50 (dal 75,2% al 72,3%). «Questi dati - dice l'assessore per l'Economia, Gaetano Armao - dimostrano che l'agricoltura siciliana, dopo oltre 7 anni di crisi, torna a crescere». Per il presidente e il direttore Coldiretti, Alessandro Chiarelli e Giuseppe Campione, si tratta di «dati che dimostrano che la Pac ha favorito nuovi investimenti».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati