Corsa contro il tempo per salvare il Festino e i fondi Gesip

Ieri sera l'aula si è riunita per discutere i due atti preliminari al bilancio. Per il Festino rimangono poche speranze. L'organizzatore: certezze entro sabato, altrimenti non si farà nulla

PALERMO. A poche ore di distanza dall'appello del sindaco, Diego Cammarata, per accelerare i tempi convocando l'aula anche nel fine settimana, il Consiglio comunale si è riunito per mettere al sicuro i fondi Gesip e salvare il Festino. Così ieri, alle otto di sera dopo la chiamata del presidente, Alberto Campagna, si sono presentati in 35 per discutere dei due atti preliminari al bilancio: la delibera di individuazione delle aree per la realizzazione del piano triennale delle opere pubbliche e quella di alienazione di 50 immobili comunali per fare cassa.
Per il Festino rimangono poche speranze, con il responsabile organizzativo, Alfio Scuderi, che vuole "certezze entro sabato, altrimenti non si potrà organizzare nulla" perchè "non ci sarebbe neanche il tempo delle autorizzazione e di un minimo di prove". 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati