Mineo, in mille protestano contro il villaggio della solidarietà

Manifestazione con sindaci e abitanti dei comuni del Calatino. “Non siamo razzisti, ma non ci sentiamo sicuri”

Sicilia, Cronaca

MINEO. Protesta a Mineo contro la realizzazione del Villaggio della solidarietà, nel Residence degli aranci, che ospita 1.500 migranti, tra rifugiati e richiedenti asilo. All'iniziativa hanno partecipato sindaci della zona, e parlamentari del Partito democratico e del Movimento per le autonomie, ma, soprattutto, abitanti di Comuni del Calatino, un migliaio.  Una delegazione, composta da deputati e sindaci, è riuscita a entrare nella struttura per un sopralluogo.  
Davanti al Villaggio sono stati esposti due cartelli con la scritta 'A noi i tunisini, al Nord la Bossi-Fini'. "Non è un problema di razzismo - spiegano alcuni dei manifestanti - ma non ci sentiamo sicuri. Ci sono migranti che vagano per le campagne e per i nostri paesi. Sono senza lavoro e creano forti disagi e tensioni sia per la nostra economia agricola, già fortemente in crisi, sia per la sicurezza personale". Alcuni dei partecipanti raccontano di "avere visto extracomunitari scappare dal centro scavalcando il recinto e fuggire verso Catania", da dove poi organizzarsi per lasciare la Sicilia.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati