Sicilia, Politica

Palermo, Cammarata: non mi dimetto

"Tutti i discorsi sulla fine del mio mandato in previsione di elezioni anticipate è solo una fuga in avanti che non si può permettere un uomo del partito"

PALERMO. "Quasi regolarmente si parla di mie dimissioni. Oggi più di ieri in vista di presunte elezioni anticipate. Un grande errore perché al momento non ho alcuna intenzione di dimettermi e si dà per morto un governo nazionale che invece sono convinto otterrà la fiducia. Per quanto riguarda me: il mio incarico da sindaco scade nel 2012 e non prima". Lo ha detto il sindaco di Palermo Diego Cammarata a margine di una conferenza stampa a Villa Niscemi facendo riferimento alle dichiarazioni di alcuni coordinatori del Pdl, tra cui l'ex vicesindaco Francesco Scoma, secondo i quali "se si andrà al voto per le politiche a marzo, Diego Cammarata si dimetterà per candidarsi e a Palermo si potrebbe votare a maggio, un anno e sei mesi prima della scadenza naturale della sindacatura".
"L'unica verità è che sono circondato da 'amici' o presunti tali - ha aggiunto - e nemici che desiderano solo le mie dimissioni. E' un pollaio con tante galline che schiamazzano".
Per Cammarata "se qualcuno in modo irresponsabile, immotivato e demenziale dice cose non vere, parlando di mie dimissioni, non lo posso impedire. Di certo è grave però che a parlare sia un dirigente del Pdl".
"Tutti i discorsi sulla fine anticipata del mio mandato – ha concluso Cammarata - in previsione di elezioni anticipate è solo una fuga in avanti che non si può permettere un uomo del partito".
Poi un attacco al presidente della Regione: "Non c'é alcun rapporto con Lombardo, un presidente che ha distrutto tutto quello che era rimasto di buono in questa terra". "Stiamo vivendo un momento di paralisi totale - ha aggiunto - non è stata avviata alcuna iniziativa e non si spende un solo euro". Per Cammarata "il governo Lombardo è la cosa maggiormente deteriore degli ultimi anni. E' stato bravo solo a nominare molti commissari in giunta: un vero scandalo. Sta facendo di fatto governare chi ha perso le elezioni. E tutto questo solo a suo vantaggio".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati