Giovedì, 21 Marzo 2019
UNIONCAMERE

Il "Made in Sicily" funziona, nel 2018 boom dell'export: +15%

Export siciliano, la Sicilia è fra le poche regioni italiane ad avere avuto nel 2018 un export in netta crescita. Nel corso di tutto il 2018, infatti, il fatturato del commercio estero si è attestato complessivamente sui 10,7 miliardi di euro con un aumento del 15% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente quando il fatturato totale è stato di 9,3 miliardi.

A diffondere i dati delle esportazioni siciliane è l'Osservatorio economico di Unioncamere Sicilia che ha rielaborato i dati dell'Istat riguardanti l'export dell'anno 2018. Fra le province con il miglior andamento del fatturato delle esportazioni, svetta Palermo con una crescita del 54%, seguita da Siracusa con +17% che si conferma la provincia che detiene il 62% dell'export dell'isola, seguita da Catania (+15%) e Trapani con un +12%.

Positivo anche Ragusa (+10%), e Messina (+3%). Trend negativo, invece, a Caltanissetta (-24%), Agrigento (-5%) e Enna (-1%). Se si guarda poi la mappa del commercio estero, tra i paesi di riferimento si collocano in pole position Paesi Bassi (con un peso del 6,32% sul totale), Stati Uniti (6,28%), Gibilterra (6,17%) e Turchia (5,64%).

"Questa è la strada da seguire per portare il made in Sicily alla conquista dei mercati stranieri - commenta il Presidente di Unioncamere Sicilia, Giuseppe Pace - Il trend positivo delle esportazioni siciliane conferma che i prodotti e i servizi provenienti dall'Isola sono sempre più apprezzati all'estero, l'export made in Sicily riparte con forza confermando una crescita di +15% per il 2018".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più letti
Oggi
  • Oggi
  • Settimana
  • Mese
X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X