Domenica, 18 Novembre 2018

Suzuki sfodera a Eicma la nuova Katana in 'total black'

A poche settimane dal debutto a Colonia nel corso di Intermot, Suzuki sfodera la nuova Katana anche all'Eicma di Milano, presentandola questa volta in un'inedita e accattivante veste nera. Con l'instant classic nipponica, in passerella anche due sue rare progenitrici, una delle prime Katana 1100 del 1981 e un esemplare 750 del 1984, con faro a scomparsa. Per la Casa di Hamamatsu sotto i riflettori dell'esposizione meneghina anche alcune model year 2019 di sicuro interesse come le sportive GSX S750 e GSX-R1000 e l'off-road RMZ 250.

Sviluppata intorno a un telaio in alluminio, la nuova Katana presenta un iconico cupolino ispirato all'antenata e affilato proprio come la spada di cui porta il nome: ospita un futuristico faro a LED, tecnologia impiegata anche per la luce posteriore e le frecce. Il cuore della moto è un quattro cilindri da 150 Cv derivato dalla GSX-R1000, messo a punto per un impiego stradale. Oltre al colore nero, da segnalare rispetto alla passerella di Intermot la novità tra gli accessori del parafango anteriore in carbonio, materiale sfruttato anche per i coperchi della frizione e del carter motore. Disponibili, poi, le pinze freno colorate, un rivestimento speciale in due tinte per la sella e per gli sticker da applicare al cupolino e ai cerchi. La lista accessori è stata allargata a manopole riscaldabili e parabrezza fumé.

Riguardo proprio alla Katana, Akira Kyuji, General Manager dell'European Motorcycle Sales & Marketing Department di Suzuki, ha dichiarato: "è una moto unica a cui non si può restare indifferenti e che non ammette vie di mezzo. Dalla sua prima uscita a Colonia a oggi, ha ottenuto oltre un milione di commenti sul Web ma è solo ammirandola di persona, che si può cogliere l'essenza delle sue linee taglienti". Tra le altre novità nazionali esposte da Suzuki alla kermesse in corso ai padiglioni Rho-Fiera da segnalare la RM-Z250 2019, aggiornata come la 450, la GSX-S750, proposta anche depotenziata a 35 kW per poter essere guidata con la patente A2, la GSX-R1000/R 2019 e alla versione racing GSX-R1000R Ryuyo da 212 Cv per 168 kg di peso, prodotta in soli 20 esemplari.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X