Martedì, 13 Novembre 2018
PROTEZIONE CIVILE

Maltempo in Sicilia, allerta in molte province: straripato un torrente nell'Ennese

di

Piogge intense fin  dalle prime ore della mattina soprattutto nelle province di Palermo, Agrigento, Messina, Ragusa ed Enna. Il torrente Calderai è straripato nell'Ennese. Acqua e fango hanno raggiunto la SS 191, la strada che collega Pietraperzia con Mazzarino.

Alcuni Comuni hanno attivato dei presidi di osservazione territoriale perché le piogge sono intese. In particolare vengono tenuti sotto osservazione i torrenti e i fiumi. Un punto di osservazione della protezione civile comunale è stato attivato a Santa Croce Camerina.

Un centro operativo comunale (Coc) è stato attivato a Licata e a Grotte nell'Agrigentino. Tutti pronti ad intervenire con la massima rapidità in caso di alluvioni di forte intensità.

Il sindaco di Grotte, Alfonso Provvidenza, ha emanato un'ordinanza comunale in cui ordina ai suoi concittadini di evitare di passare nelle aree pubbliche come giardini pubblici, impianti sportivi all'aperto, aree giochi esterne, cimiteri e sottopassi, anche di evitare di state in  locali interrati, seminterrati e bassi. Inoltre il primo cittadino ha chiesto ai suoi concittadini di evitare, in caso di piogge intense, il transito veicolare e pedonale in tutte le zone già precedentemente interessate da fenomeni di allagamenti e esondazione usando in caso di estrema necessità percorsi alternativi.

Anche il sindaco di Pietraperzia,  Antonio Bevilacqua, ha consigliato a tutti i suoi concittadini per tutto la giornata di oggi  di "non percorrere strade di campagna, in particolare quelle dove insistono ponticelli che possono essere inondati dall’acqua e di evitare la strada tardara e la Sp 10".

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X