Sabato, 15 Dicembre 2018
L'ANALISI

Reddito d'inclusione, la metà dei contributi andrà in Sicilia e Campania

La povertà assoluta in Italia ha una forte componente territoriale: il 47% dei nuclei beneficiari del Reddito d’inclusione, che rappresentano oltre il 51% delle persone coinvolte, risiedono in due sole regioni, la Campania e la Sicilia; a seguire Calabria, Lazio, Lombardia e Puglia coprono un ulteriore 28% dei nuclei e il 27% delle persone coinvolte.

Secondo un’analisi realizzata dall’economista Franco Garufi e diffusa dal Centro Pio La Torre, inoltre, il 69% dei percettori della misura risiede al Sud, il 19% al Nord , il 12% al Centro.

Significativo è anche lo scarto territoriale nella presenza di famiglie non italiane: il 10% dei percettori del Rei risulta extracomunitario, ma l’incidenza sale al 30% nelle regioni del Nord, si attesta al 21% al Centro, mentre al Sud scende ad appena il 3%. "Dato che dovrebbe far riflettere su quanto sia distorta per effetto della vera e propria campagna d’odio in corso - sottolinea Garufi - la percezione di una presenza massiccia di extracomunitari in Italia che sottraggono risorse ai nativi".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X