Mercoledì, 17 Ottobre 2018
PROTEZIONE CIVILE

Il maltempo arriva in Sicilia, allerta arancione: i sindaci chiudono le scuole

di
allerta arancione, maltempo in sicilia, Danilo Lo Giudice, Giovanni Formica, Salvo Pogliese, Sicilia, Cronaca
maltempo

Il maltempo arriva anche in Sicilia e il dipartimento nazionale di protezione civile ha valutato l'allerta arancione su tutta l'Isola.

"Rischio idrogeologico e idraulico fino alla mezzanotte di oggi. Si prevedono precipitazioni da sparse a diffuse, a carattere di rovescio o temporale - scrivono dal dipartimento regionale di protezione civile - I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento".

Tanti sindaci dei comuni della Sicilia orientale che hanno deciso di chiudere le scuole a Catania, Milazzo, Barcellona Pozzo di Gotto, Roccalumera, Santa Teresa di Riva, Furci Siculo, Nizza di Sicilia e Letojanni.

Il sindaco di Catania Salvo Pogliese ha deciso di chiudere le scuole cittadine e ha allertato i suo concittadini consigliando alcune norme comportamentali che costituiscono misure precauzionali di protezione civile. "Evitare di occupare o pernottare nei locali a piano strada o sottostanti il piano strada o locali inondabili, predisporre paratie a protezione dei locali al piano strada, chiudere le porte di cantine e seminterrati e salvaguardare i beni mobili collocati in locali allagabili, porre al sicuro i propri veicoli in zone non raggiungibili dall’allagamento, limitare gli spostamenti a quanto di effettiva necessità, prestare attenzione alle indicazioni fornite dalle autorità, dalla radio, dalla tv e da tutte le altre fonti di informazione, consultare il sito del Comune di Catania".

In caso ci sia un temporale, grandinate e mareggiate di forte intensità Pogliese consiglia: "Non accedere né occupare i locali a piano strada o sottostanti il piano strada o locali inondabili, non sostare su passerelle e ponti o nei pressi degli argini dei torrenti e nei sottopassi, non transitare su passerelle e ponti o nei pressi degli argini dei torrenti e nei sottopassi, limitare gli spostamenti a quanto di effettiva necessità, rinunciare a mettere in salvo qualunque bene o materiale e trasferirsi subito in ambiente sicuro, non tentare di raggiungere la propria destinazione, ma cercare riparo presso lo stabile più vicino e sicuro, staccare l’interruttore della corrente e chiudere la valvola del gas, purché tali dispositivi non siano collocati in locali a piano strada o sottostanti il piano strada o in locali inondabili,  prima di abbandonare la zona di sicurezza accertarsi che sia dichiarato ufficialmente il cessato allarme,  prestare attenzione alle indicazioni fornite dalle Autorità, dalla radio e dalla tv".

Anche l'università di Catania ha chiuso le sue sedi: "A seguito della segnalazione di allerta meteo di codice arancione diramata dalla Protezione civile, oggi sono sospese - a titolo precauzionale - tutte le attività didattiche lezioni, esami, esercitazioni previste nei dipartimenti dell'Università di Catania, incluse le sedi di Ragusa e Siracusa, e nella Scuola Superiore di Catania".

Il sindaco di Milazzo Giovanni Formica ha firmato una ordinanza per la chiusura di tutte le scuole pubbliche, private e parificate di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale per l’intera giornata di domani. Il primo cittadino ha anche invitato i cittadini a tenere comportamenti prudenti e ad evitare di uscire di casa se non per necessità. "Abbiamo predisposto – ha detto Formica – quanto necessario per fronteggiare qualunque necessità che potrà essere segnalata tramite il centralino del Comune”.

Anche il sindaco di Santa Teresa Riva Danilo Lo Giudice ha chiuso le scuole e ha raccomandato di evitare di soggiornare nei locali seminterrati o garage, prestare attenzione alle indicazioni fornite dalla autorità, evitare l'uso di automezzi privati e limitarne l'utilizzo esclusivamente a situazione di necessità, evitare di uscire di casa se non in caso di estrema necessità,  prestare la massima attenzione quando si è nei pressi di corsi d'acqua,  non sostare su ponti, argini o rive di corsi d'acqua,  non percorrere un passaggio a guado durante o dopo un evento piovoso".

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X