Domenica, 21 Ottobre 2018

Mercedes presenta la gamma dei modelli 'green' Driven by EQ

ROMA - Dopo aver svelato la sua prima auto della gamma elettrica, il suv EQC, Mercedes accelera sulla strada verso l'elettrificazione che porterà entro il 2022,a più di 130 varianti elettrificate, spaziando dalla tecnologia mild hybrid a 48 Volt del sistema EQ Boost fino a un'ampia scelta di vetture ibride plug-in EQ Power a trazione puramente elettrica. Tra questi modelli le prime auto ibride plug-in di terza generazione con marchio EQ Power, che sono già in consegna. E' il caso di Classe C, Classe E e Classe S che utilizzano una batteria da 13,5 kWh abbinata a un motore a benzina oppure, per la prima volta, a un diesel. Inoltre, per la prima volta in assoluto, nel suv Mercedes GLC F-Cell la tecnologia ibrida-plug viene utilizzata assiema alla cella a combustibile garantendo un consumo combinato di idrogeno pari a 0,34kg/100 km e a un consumo di corrente ponderato di 13,7 kWh/100 km. Oltre al suv EQC - svelato qualche settimana fa - entro il 2022 entreranno a far parte della gamma di vetture Mercedes EQ altri modelli elettrici a batteria, mentre Smart punta ad essere il primo marchio automobilistico a compiere la svolta definitiva, passando dal motore a combustione interna alla trazione elettrica. In questa strategia di elettrificazione - spiega l'azienda - la tecnologia EQ Boost cioè l'integrazione nei moderni motori a combustione interna di una rete di bordo a 48 Volt. A seconda della motorizzazione, l'alternatore-starter, integrato o azionato a cinghia, svolge le funzioni dei sistemi ibridi come boost o recupero di energia, consentendo un risparmio sui consumi che finora era riservato alla tecnologia ibrida ad alto voltaggio. Oltre alla riduzione dei consumi e delle emissioni di CO2, questa tecnologia assicura un miglioramento del comfort e delle prestazioni. La nuova gamma EQ Power comprende la Mercedes C 300 de in versione berlina e station-wagon, che utilizza ora come unità termica il quattro cilindri diesel OM 654 e dispone di una potenza complessiva di 306 Cv. Questo modello, che ha un'autonomia elettrica di 57 km, è omologata con un consumo combinato di 1,6 litri per 100 km ed emissioni di CO2 combinate pari 42 g/km. A questo modello si aggiungono la Mercedes E 300 e berlina e wagon - omologata per un consumo combinato di 2,0 litri per 100 km ed emissioni di CO2 combinate pari a 45g/km - e le E 300 de nelle varianti berlina e wagon (1,6 l/100 km, CO2 44-41 g/km). La propulsione ibrida plug-in di nuova generazione riguarda anche la gamma top di Mercedes con la S 560 e (2,6-2,5 l/100 km, CO2 59-57g/km).

Grazie all'efficiente cambio ibrido plug-in 9G Tronic e alla nuova batteria agli ioni di litio la berlina premium vanta un'autonomia massima di 50 km con la sola trazione elettrica nel ciclo NEDC abbinando i 367 Cv) del V6 a benzina ai 90 kW (120 Cv) dell'unità EQ Power. "La trazione elettrica rappresenta un elemento essenziale della mobilità futura - ha detto Dieter Zetsche, presidente di Daimler AG e responsabile di Mercedes-Benz Cars - per questo nei prossimi anni investiremo oltre dieci miliardi di euro in nuovi prodotti marcati EQ e oltre un miliardo nella produzione di batterie". Entro il 2025 le vendite complessive dei modelli elettrici a batteria di Mercedes dovrebbero attestarsi intorno al 15-25 %, a seconda delle preferenze dei clienti e dello sviluppo delle infrastrutture pubbliche.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X