Domenica, 23 Settembre 2018

Ai nastri di partenza la Mostra del Cinema di Venezia, si parte col film ritratto di Neil Armstrong

Il trailer di First Man - Il primo uomo di Damien Chazelle

L’avventura dell’uomo sulla luna, con FIRST MAN (IL PRIMO UOMO) di Damien Chazelle (che torna a due anni dal debutto al Lido di La La Land), ritratto di Neil Armstrong, per il quale il regista rinnova il sodalizio con Ryan Gosling, film d’apertura del concorso internazionale e il racconto della tragica morte di Stefano Cucchi, interpretato da Alessandro Borghi (padrino del Festival l’anno scorso), in SULLA MIA PELLE di Alessio Cremonini, che aprirà Orizzonti.

Sono i due attesissimi film che debutteranno nella prima giornata della 75esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia (29/8 - 8/9).

Nella serata d’apertura consegnato il Leone d’oro alla carriera a Vanessa Redgrave.

Ecco i principali appuntamenti di oggi:

CERIMONIA D’APERTURA E LEONE D’ORO ALLA CARRIERA A VANESSA REDGRAVE (Sala Grande alle 19).

A seguire:
FIRST MAN (Il primo uomo) di Damien Chazelle (VENEZIA 75 - Film d’apertura) con Ryan Gosling, Jason Clarke, Claire Foy, Kyle Chandler, Corey Stoll. Si narra l’avvincente storia della missione della NASA per portare un uomo sulla Luna. Il film si concentra sulla figura di Neil Armstrong e gli anni tra il 1961 e il 1969. Resoconto basato sul libro di James R. Hansen, il film esplora i sacrifici e il costo, per Armstrong e per l'intera nazione, di una delle missioni più pericolose della storia.

SULLA MIA PELLE di Alessio Cremonini (ORIZZONTI - Film d’apertura) con Alessandro Borghi, Jasmine Trinca, Max Tortora, Milvia Marigliano (Sala Darsena alle 16). Quando Stefano Cucchi muore nelle prime ore del 22 ottobre 2009, è il decesso in carcere numero 148 di quell'anno. Al 31 dicembre, la cifra raggiungerà l’incredibile quota di 176: in due mesi, 30 morti in più. Nei sette giorni che vanno dall’arresto alla morte, Stefano Cucchi viene a contatto con 140 persone fra carabinieri, giudici, agenti di polizia penitenziaria, medici, infermieri. E in pochi, pochissimi, intuiscono il dramma che sta vivendo.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X