Lunedì, 24 Settembre 2018

M5S portano al Parlamento Ue sapori e profumi della Calabria

Sicilia
La 'nduja calabrese (© koufax73 iStock. IN VIAGGIO)
© ANSA

CATANZARO - "I sapori ed i profumi della Calabria arrivano a Bruxelles esattamente al Parlamento europeo che domani, mercoledì 29 agosto, ospiterà l'evento 'A taste of Calabria' promosso dall'eurodeputata Laura Ferrara, iniziativa dedicata alle eccellenze agroalimentari calabresi". E' quanto si afferma in un comunicato dell'europarlamentare del M5s.

 

"Non si tratta - afferma Ferrara - di una esposizione e degustazione fine a se stessa. Ho inteso organizzare un'iniziativa in cui i prodotti saranno i protagonisti ma allo stesso tempo ci saranno momenti di approfondimento e networking dedicati ai produttori. Attraverso un workshop che si svolgerà nella giornata di domani si intende fornire informazioni su alcuni degli argomenti di maggiore attualità che toccano l'agricoltura e il settore agroalimentare avvalendosi di esperti d'eccezione, saranno presenti infatti gli stessi funzionari della Commissione europea".

 

"Si dibatterà - prosegue Ferrara - sul problema delle risorse pubbliche da destinare all'agricoltura, delle misure a favore dei giovani imprenditori, della promozione della ricerca e dell'innovazione tecnologica delle aziende, della relazione tra aziende e mercato". "Un evento che si pone, dunque - è detto ancora nel comunicato - un duplice obiettivo uno legato all'informazione e l'altro alla promozione delle eccellenze enogastronomiche calabresi. 'È facile parlare - aggiunge l'europarlamentare del M5s - di internazionalizzazione ma alla prova dei fatti, a parte qualche realtà storica e ben consolidata, molte aziende, nonostante l'altissima qualità dei propri prodotti, riscontra difficoltà oggettive, relative in particolar modo agli adempimenti burocratici, a superare i confini nazionali.

 

L'attuale Governo regionale ha speculato moltissimo sulla tematica della promozione dell'agroalimentare calabrese, ma a parte qualche passerella politica nelle fiere di settore non ha mai concretamente messo a disposizione degli imprenditori e dei probabili stakeholders tutti gli strumenti necessari per una proficua collaborazione, pur pagando un fitto per una propria sede a Bruxelles adatta a questa tipologia di eventi e meeting ma si è preferito lasciarla inutilizzata nonostante le mie numerose denunce".

 

© Riproduzione riservata

Con il contributo del Parlamento europeo
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X