Venerdì, 21 Settembre 2018
BRACCIO DI FERRO

I 450 migranti sbarcati a Pozzallo, Salvini accusa l'Ue: "Non mantiene i patti, trasferiti solo in 47"

migranti salvini, ricollocamenti migranti, sbarco pozzallo, Matteo Salvini, Sicilia, Politica
Le donne e i bambini, a bordo delle navi Gdf e Frontex, sbarcati per prima a Pozzallo

Sull'accoglienza dei migranti l'Unione Europea non rispetta i patti, «non c'è». Lo dice il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, spiegando che dei 450 immigrati sbarcati a luglio a Pozzallo «solo la Francia ha mantenuto l’impegno, accogliendone 47 sui 50 promessi». Gli altri Paesi - Germania, Portogallo, Spagna, Irlanda e Malta - ne hanno accolti «zero».

«La Germania - sottolinea - aveva accettato di accoglierne 50: ne ha presi zero. Il Portogallo aveva accettato di accoglierne 50: ne ha presi zero. La Spagna aveva accettato di accoglierne 50: ne ha presi zero. L’Irlanda aveva accettato di accoglierne 20: ne ha presi zero. Malta aveva accettato di accoglierne 50: ne ha presi zero. Sostanzialmente, tutti cercano di guadagnare tempo. Imponendo all’Italia i costi per i trasferimenti (500 euro a persona)».

Salvini invita l’Ue ad indagare su «La Valletta, dopo i racconti di alcuni immigrati trasportati a Lampedusa e che hanno raccontato di essere stati intercettati dai maltesi, indirizzati e accompagnati verso l'Italia e poi abbandonati in mezzo al mare e in condizioni di pericolo. Prima di chiedere lo sbarco dalla Diciotti, forse sarebbe meglio alzare il telefono e chiedere spiegazioni a Bruxelles e agli altri governi europei».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X