Domenica, 16 Dicembre 2018
CALCIOMERCATO

Real Madrid e Inter ai ferri corti per Modric: gli spagnoli pronti a denunciare i nerazzurri

La voglia di Luka Modric per l’Inter, e viceversa, è già un caso, almeno secondo quanto scrivono in Spagna, da dove giunge una notizia abbastanza clamorosa: il club "blanco" accusa l’Inter di infrangere il fair-play finanziario, prelevando un giocatore blindato da una clausola di 750 milioni. L’idea dei dirigenti interisti sarebbe quella di acquisire Modric con una nuova formula: pagare subito 15 milioni per il prestito oneroso e 20 per il riscatto. Cifre che il Real considera ridicole.

Il Mundo spiega che i proprietari cinesi dell’Inter vogliono inoltre investire denaro attraverso sponsorizzazioni aziendali, in modo da dirottare Modric verso la firma; una strategia vietata, perché considerata doping finanziario. Da qui l’intenzione del Real di presentare denuncia all’Uefa. Un’altra pedina che i nerazzurri stanno seguendo è Keita, l’ex Lazio oggi al Monaco, per il quale la trattativa è avviata (sulla base di 30 mln tra prestito ed eventuale riscatto) anche se resta complicata.

Mino Raiola, agente di Paul Pogba, è a Manchester per convincere i dirigenti dello United a liberare il proprio assistito, che viene ritenuto «non trasferibile». Il club catalano è deciso a proporre giocatori a Mourinho: i nomi? André Gomes, connazionale del tecnico, Rafihna o, addirittura, uno tra Rakitic e Dembelè. La chiave per sbloccare la situazione potrebbe essere Milinkovic-Savic: se lo United dovesse prenderlo (costa oltre 100 milioni), Pogba può liberarsi per il Barcellona. Anche se, sul francese c'è anche la Juve che, per riavere il francese, sembra disposta a privarsi addirittura di Pjanic. Situazione in evoluzione, previste sorprese.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X