Domenica, 19 Agosto 2018
SONO 88 LE VITTIME

Grecia, identificati i corpi delle gemelline disperse nell'incendio: morte tra le braccia dei nonni

Sono stati identificati i cadaveri di Sophia e Vassiliki, le due gemelle di 9 anni, al centro di drammatiche ricerche sin da lunedì scorso, quando le fiamme hanno divorato l'Attica. Lo annuncia il legale incaricato delle ricerche dalla famiglia. Le due piccole sono morte tra le braccia dei nonni, anch'essi vittime degli incendi nei pressi di Rafina.

Intanto sale a 88 il bilancio delle vittime degli incendi. E' deceduta una donna di 42 anni, ricoverata in ospedale per le gravi ustioni causate dagli incendi. Lo riferiscono i media locali. Intanto, si è svolto oggi ad Atene il primo funerale: si tratta di un anziano sacerdote morto annegato nelle acque di Mati mentre cercava riparo dai roghi. Domani sono previste altre cerimonie, in alcuni casi le famiglie hanno chiesto il riserbo totale, in particolare ai media.

Almeno due dei roghi divampati nei roghi dei boschi di Mati "sono stati appiccati deliberatamente": lo affermano fonti vicine all'inchiesta condotta dagli speciali dei Vigili del Fuoco (Daee). Lo riferiscono i media greci. Stando alle fonti, "i testimoni hanno visto un individuo appiccare due roghi sulla strada" nei pressi di Mati. A Daou Pendeli, epicentro di uno dei grandi roghi che hanno divorato la cittadina, ci sarebbe stato un incidente. Il proprietario di una villetta avrebbe bruciato legni e foglie secche nel proprio giardino senza poi riuscire a controllarle. Poi avrebbe disseminato il terreno di sassi, lavandolo con molta acqua, per cancellare i resti del rogo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X